La Cripta dei Vati

Wawel 3

Oggi:

12:30-17:00
chiuso

La Cripta dei Vati, alla quale si scende dalla navata sinistra della cattedrale del Wawel, è un luogo posto a testimonianza del rango conseguito dalla poesia nell’immaginario collettivo polacco, che riporta al contempo alla memoria la Grande Emigrazione dell’Ottocento e lo “stato spirituale” sostitutivo costruito dai suoi rappresentanti nella sfera artistica. Sono state qui ricondotte da Parigi le spoglie di Adam Mickiewicz e Juliusz Słowacki, definiti “vati” dei maggiori poeti romantici polacchi affinché, come ebbe a dire il  comandante delle forze armate polacche Józef Piłsudski “potessero eguagliare i sovrani”. Questi due grandi antagonisti dell’epoca riposano in sarcofagi collocati l’uno accanto all’altro. Le urne contengono terra proveniente dalla tomba della madre di Słowacki, Salomea, e terra raccolta presso la tomba dell’ultimo grande poeta romantico Cyprian Kamil Norwid. La cripta accoglie anche un medaglione recante l’effigie di un altro artista dell’emigrazione polacca: il compositore Fryderyk Chopin. Si tratta di una copia in marmo greco del medaglione situato sulla tomba di Chopin a Parigi.

Ingresso gratuito

Orario di apertura:
lun-sab 9:00-17:00, dom 12:30-17:00
Wawel 3
Su: accesso gratuito
OK We use cookies to facilitate the use of our services. If you do not want cookies to be saved on your hard drive, change the settings of your browser.