La Torre della Libertà 1918

Rynek, Kraków

Oggi:

nessuna informazione trovata

Nel 1918 ai piedi della torre municipale ebbe luogo la storica presa della guardia, precedentemente sotto il controllo austriaco, e l’ubicazione sul posto di una pattuglia polacca. Sulla torre svettò inoltre, per la prima volta dopo 123 anni, la bandiera biancorossa, in segno di liberazione di Cracovia dall’occupante straniero. In seguito a questi eventi la torre municipale fu detta simbolicamente “Torre della Libertà”.

A mezzogiorno del 31 ottobre 1918 un reparto di soldati polacchi, per ordine del tenente Antoni Stawarz, occupò il posto di guardia – una palazzina in stile neogotico adiacente alla torre municipale, nella quale era stanziato il controllo della guarnigione austriaca. Dopo aver prelevato i soldati occupanti dal posto di guardia fu in esso collocata una pattuglia polacca – per la prima volta dopo oltre cento anni. Se da un lato queste operazioni non ebbero una particolare rilevanza dal punto di vista militare, esse furono cariche di un significato simbolico e propagandistico: la rimozione di soldati austriaci dal cuore della città costituì un segno evidente della liberazione della città.

In corrispondenza del primo anniversario di tali eventi, in Piazza del Mercato si svolse una manifestazione patriottica che vide la presenza dei partecipanti alla liberazione di Cracovia; fu altresì inscenata simbolicamente la presa della guardia. Ebbe così inizio la tradizione delle rievocazioni storiche volte a commemorare la sostituzione della guardia austriaco con quella polacca, riproposta al pubblico fino allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Nel 1946 il posto di guardia municipale fu demolito – atto motivato dalle autorità comuniste con la necessità di rimuovere dall’area pubblica ogni traccia che ricordasse gli anni delle spartizioni. In realtà fu così distrutto uno dei simboli dell’affrancamento di Cracovia. La tradizione delle rievocazioni storiche del cambio della guardia fu ripristinata a partire dal 1989 e da allora svolta davanti alla torre municipale, dove un tempo giaceva il posto di guardia. Sulle parteti della torre sono state inoltre ubicate due targhe a commemorare gli eventi del 31 ottobre 1918.

In Piazza del Mercato, non lontano dalla torre municipale, è situata un’altra targa, posta a commemorare il giuramento di Tadeusz Kościuszko del 24 marzo 1974. Fu così inaugurata l’insurrezione di Kościuszko, ovvero la rivolta nazionale contro Russia e Prussia, le quali interferirono nelle questioni interne al punto da comportare la caduta della Repubblica.  Quel giorno di marzo il generale Kościuszko partecipò alla santa messa presso la chiesa dei cappuccini in via Loretańska, poi raggiunse Piazza del Mercato e si rivolse ai cracoviani con le parole: “Io, Tadeusz Kościuszko, giuro dinanzi a Dio e all’intera Nazione Polacca, che l’autorità affidatami non soccomberà ad alcuna pressione privata ma sarà sfruttata esclusivamente per la difesa di tutti i confini, per il recupero dell’indipendenza della Nazione e per rafforzare la libertà di ognuno”.

La vicinanza fra la targa posta a commemorare il giuramento di Kościuszko e la torre municipale, ai piedi della quale si ergeva un tempo il posto di guardia, costituisce come un fermaglio simbolo di questi fatti storici. Il luogo in cui Kościuszko diede inizio alla lotta per l’indipendenza è divenuto scenario dei felici eventi che hanno annunciato la rinascita dello Stato polacco. 

 

Rynek, Kraków
OK We use cookies to facilitate the use of our services. If you do not want cookies to be saved on your hard drive, change the settings of your browser.